In conformità con la Direttiva 2009/136 /UE, ti informiamo che questo sito Web utilizza cookie tecnici propri e di terze parti, in modo da consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.
WEB
Back Home
Vacanze in agriturismo in Alta Badia

Vacanze in agriturismo a Alta Badia - appartamenti e camere in Alto Adige

Una vacanza in agriturismo in Alta Badia vi permetterà di conoscere le tradizioni e il modo di vivere ladini. Ad attendere sciatori e appassionati di mountain bike c'è la famosa Sella Ronda.

L'Alta Badia è una delle quattro valli ladine che circondano il massiccio del Sella. Essa si trova in una ampia e soleggiata conca nella parte meridionale della Val Badia e comprende la maggioranza dei paesi ladini, ovvero Colfosco, Corvara, La Villa, San Cassiano, Badia e La Valle. Dalla valle potrete potrete assistere al meraviglioso spettacolo dell'enrosadira, il suggestivo fenomeno che al tramonto vede le rocce delle Dolomiti tingersi di rosso.

Una vacanza in agriturismo in Alta Badia, alla scoperta dell'artigianato
Durante una vacanza in appartamento in Alta Badia noterete subito la particolarità della lingua parlata dalla gente del posto. Qui, infatti, si parla ladino, una lingua retoromanza con più di 2000 anni di storia, che ha radici celtiche e latine e suona agli orecchi dei moderni come un incrocio tra italiani, latino e tedesco. I secolari masi di montagna e i pittoreschi paesi sono caratterizzati da secoli dall'agricoltura. L'artigianato, un tempo figlio della necessità, vive ancora oggi in ogni villaggio, soprattutto nella lavorazione del legno e nella tessitura artistica. Si realizzano a mano cassapanche dalle preziose incisioni e nei laboratori e in molti negozi si possono trovare stoffe tessute a mano, belli utensili, arredi e sculture in legno. Caratteristiche della Val Badia sono anche “Les Viles”, quei piccoli borghi densamente popolati costruiti sui pendii delle montagne e inframmezzati da campi e pascoli d'alta quota. Spesso le case hanno dimensioni tali da poter ospitare più di una famiglia e ad essere condivisi erano anche i pozzi e i forni in pietra.

Escursionismo e sci in un territorio leggendario
L'Alta Badia è il teatro principale delle saghe che riguardano il re dei Fanes. Si dice che l'altopiano tra le Cunturine e il Sasso della Croce fosse un tempo abitato dal popolo dei Fanes, che sconfitto in battaglia si ritirò con le marmotte, fide alleate, in un regno sotterraneo in cui vive ancora oggi. Quello che era il regno dei Fanes rientra oggi nell'area dell'attuale Parco naturale Fanes-Senes-Braies, e continua ad essere un luogo di grande suggestione. Di particolare interesse per conoscere la storia e la cultura della valle sono l'Istituto Ladino Micurà de Rü e il Museo Ladin Ciastel de Tor a San Martino in Badia. Proprio il Parco naturale Fanes-Senes–Braies è un'apprezzata zona escursionistica, che si estende su una superficie di oltre 25.500 ettari nelle Dolomiti, dichiarate dall'UNESCO patrimonio dell'umanità. Dal vostro appartamento in Alta Badia potrete intraprendere numerose facili passeggiate ed escursioni di rifugio in rifugio. Gli scalatori potranno invece cimentarsi con le impegnative escursioni e vie ferrate sulle cime dolomitiche, come quelle del Sella, del Piz Boè e del Sasso della Croce. Molto apprezzato è anche il Parco dei cervi Paraciora, che si trova tra La Villa e Abbazia. Vari sentieri li offre anche il Parco naturale Puez-Odle. Da dicembre ad aprile, l'area sciistica Alta Badia mette a disposizione 95 piste da sci con una lunghezza compresa tra i 1.400 e i 2.700 metri. Assieme ad altre 11 aree sciistiche, quella dell'Alta Badia forma il comprensorio sciistico Dolomiti Superski. Qui si tengono ogni anno le gare di slalom gigante di Coppa del Mondo. A Corvara, invece, inizia il Sellaronda, uno dei più bei giri sciistici delle Alpi.

Usanze e piatti tipici ladini
I ladini hanno particolarmente a cuore la loro cultura e le loro tradizioni. Le feste a cui potrete assistere durante le vostre vacanze in agriturismo in Alta Badia si caratterizzano per le tradizionali processioni e i costumi tipici indossati dagli abitanti, oltre che per i deliziosi piatti che vengono serviti in queste occasioni. Tra i piatti locali più noti ci sono le Furtaies, i tipici dolci a forma di spirale, fritti in olio e serviti con mirtilli rossi. Ci sono poi i Turtres, tortelli ripieni di spinaci e ricotta, oppure di crauti, semi di papavero o marmellata e fritti in olio. Con lo stesso impasto, farciti di spinaci e ricotta, ma cotti in acqua, sono i Cajinci t'Ega. Il Cajincí Rosc, anch'essi fritti in olio, sono fatti con un impasto lievitato a base di farina e patate, riempiti di spinaci e ricotta o di semi di papavero. I contadini dell'Alta Badia custodiscono anche le tradizioni legate al periodo dell'Avvento, tradizioni che riguardano principalmente il buon cibo. Le contadine cucinano biscotti e pane a base di frutta, mentre nelle chiese si intonano vecchi canti ladini. La contadina Rosa Piccolruaz è la custode di tante antiche ricette e nel suo secolare Maso Alfarei a Badia tiene corsi di cucina.

Tre buoni motivi per passare una vacanza in Alta Badia: