In conformità con la Direttiva 2009/136 /UE, ti informiamo che questo sito Web utilizza cookie tecnici propri e di terze parti, in modo da consentirti una migliore navigazione ed un corretto funzionamento delle pagine web.

Vacanze in agriturismo a Laion: il paese panoramico

ai masi ▼
Agriturismo a Laion
Una vacanza in agriturismo nella Val Gardena, sulle tracce del poeta altomedievale Walther von der Vogelweide

Laion si trova nella bassa Valle Isarco, su una collina soleggiata ad est di Chiusa, a circa 1100 metri sul livello del mare, giusto all'ingresso della Val Gardena. Oltre al centro omonimo, il comune di Laion comprende le frazioni di Albions, Ceves, Fraina, Novale, San Pietro e Tanurza Gli sparsi borghi e masi, assieme ai campi terrazzati, caratterizzano il paesaggio. Il Rasciesa, il “monte di casa” di Laion, ha un altezza di 2260 metri ed appartiene al versante occidentale delle Odle.

Vacanze in agriturismo a Laion: chiese e monumenti naturali
La religione ha sempre avuto un ruolo importante nella vita dei popoli alpini. Il comune di Laion, da parte sua, è ricco di chiese e capitelli votivi che fanno entrare il visitatore nella storia dell'architettura medievale. Di epoca più recente, ma ugualmente impressionante è la chiesa parrocchiale di Laion, in stile neoclassico. Consacrata ai Santi Stefano e Laurenzio, risale al XIX secolo, ed è volgarmente conosciuta come “duomo sul monte” a causa delle sue notevoli dimensioni. Meritevole di una visita è anche il grande castagno vicino alla tenuta Lusenegg, che con i suoi nove metri di circonferenza è il più grande d’Europa.

Una montagna dall’avvincente passato
L'area circostante di Laion è stata teatro di numerosi ritrovamenti archeologici. Sul Rasciesa è stato trovato anche un rifugio di caccia risalente all'età della pietra. Sul Wasserbühl, nei pressi di Laion, sono stati fatti ritrovamenti ascrivibili all’era glaciale e del bronza che suggeriscono l’esistenza di un insediamento a Laion in quelle epoche. Molte le tracce della presenza romana: per Lajanum passava una strada romana e qui si trovava una stazione doganale. Al periodo tra il III e il V secolo risalgono gli utensili e i forni per la cottura di mattoni scoperti nella zona. Un menhir dell’età del Rame è conservato nel municipio di Laion.

“Siedo su una roccia e incrocio le mie gambe...”
L'autore di questi versi è il più famoso dei cittadini di Laion, il poeta Walther von der Vogelweide, che visse tra il XII e il XIII secolo. Dal 1960, in suo onore, compare nello stemma comunale un uccello rosso in una gabbia dorata. Gli studiosi non sono concordi sull’identificazione del luogo di nascita del più famoso dei poeti in medio-alto tedesco, ma l’opinione predominante lo vuole nato nel maso Innervogelweiderhof a Novale, che durante una vacanza in agriturismo a Laion potrete visitare su appuntamento. Il Percorso ad anello di Walther von der Vogelweide inizia a Laion e conduce direttamente al maso; lungo sette chilometri è praticabile durante tutto l’anno.

Il paradiso escursionistico di Laion
Un appartamento a Laion e le numerose passeggiate ed escursioni sui monti della zona sapranno offrirvi la pace e il relax che cercate. Tra le varie, ve ne segnaliamo una particolarmente piacevole, che inizia a Laion e conduce attraverso il Sentiero della Posta, fino Ortisei. Il nome del sentiero deriva dal fatto che per di là passavano un tempo i porta lettere per consegnare in Val Gardena la corrispondenza. I più audaci, invece, potranno cimentarsi con una salita alla vetta del Rasciesa: la loro fatica verrà di certo ricompensata da una magnifica vista panoramica e senza ostacoli. Ma il Monte Rasciesa offre anche l’ambiente ideale per rilassanti passeggiate alpine. Chi vuole unire attività all’aria aperta e cultura potrà scendere tramite il sentiero Rittersteig fino al vicino Castel Trostburg, che risale al XII secolo. Qui il poeta e cantore tardomedioevale Oswald von Wolkenstein trascorse parte della sua giovinezza, oggi il castello è sede del Museo dei Castelli dell’Alto Adige. Il più grande altopiano d'Europa, l'Alpe di Siusi e l'area sciistica ed escursionistica della Val Gardena sono mete di sicuro interesse, che possono essere rapidamente e facilmente raggiunte da Laion. Laion rappresenta anche il punto finale del sentiero Dolorama, che con i suoi 61 chilometri di lunghezza inizia sull’Alpe di Rodengo.

Tradizioni e usanze
Una vacanza in agriturismo a Laion vi metterà in contatto con tradizioni e usanze ancora vive, come l’abito tradizionale indossato ancora oggi dalla gente del posto nei cortei tradizionali e in occasione delle festività religiose. Una grande festa – non solo per le mucche – è il ritorno del bestiamo dall’alpeggio a Laion, che si svolge la prima domenica di ottobre. Le mucche, fastosamente decorate con ghirlande e fragorose campane, scendono dai pascoli alpini a valle e vengono accolte da una grande festa. La banda cittadina, gli Schuhplattler che danzano battendosi le scarpe, i Goaßlschnöller con le loro schioccanti fruste, i Drescher e le specialità della cucina contadina di Laion compongono il programma di questo festoso giorno. Profondamente radicato nella tradizione di Laion è l’usanza del Törggelen, che trova il suo culmine nella frazione di Novale. Questa località immersa tra i vigneti è nota per le sue caratteristiche osterie contadine e le gustose caldarroste.

Tre buone ragioni per passare una vacanza a Laion:
  • Un punto di partenza ideale per tante escursioni
  • Numerosi itinerari di interesse artistico e storico
  • La posizione soleggiata e tranquilla, con una bella vista panoramica

Appartamenti e camere

Trovato per voi: 17 masi