X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. piú informazione
WEB
Back Home

Schneiderhof

Artigianato contadino a Val Sarentino

Fam. Helmuth Hochkofler
Durnholz 17
39058 Val Sarentino
Val Sarentino
Assortimento:
  • sculture
  • crocifissi
  • ritratti
  • bassorilievi
  • lavori su richiesta

I nostri prodotti

Descrizione

Il maso “Schneiderhof” si trova in una posizione idilliaca, proprio sulla sponda del Lago di Durnholz a 1.560 m di altitudine. Il paesino di 300 anime di Durnholz, situato nella più remota parte della Val Sarentino, offre, oltre al cristallino laghetto di montagna, numerose possibilità per praticare escursioni. Lo “Schneiderhof” è un tipico maso di montagna con allevamento. Gli ospiti possono trovare quiete e riposo nei due nuovi appartamenti vacanze con vista sul lago. Tra la stalla e la casa contadina, Helmuth Hochkofler ha allestito un’officina dove, non appena i lavori del maso lo permettono, si dedica all’intaglio del legno con grande abilità e un gusto per le linee essenziali.

Artigianato

“Una vita senza legno?” Per Helmuth Hochkofler è una cosa inimmaginabile. La passione dell’intagliare il legno è scaturita all’età di 14 anni e da allora non lo ha più lasciato. Nei centri di formazione di St. Jakob in Valle Aurina e Selva in Val Gardena, il giovane contadino apprese le tecniche necessarie per l’arte dell’intaglio e la scultura. A quest’arte è restato fedele con entusiasmo fino ad oggi. “Mi piace intagliare durante l’inverno, quando fuori c’è brutto tempo o nevica”, afferma. Nella sua calda e accogliente officina, infatti, le idee per le sue opere intagliate nascono e si sviluppano meglio.

Processo di lavorazione: legno

Che abbia un vero talento per la lavorazione del legno, lo si nota al più tardi quando Helmuth Hochkofler si mette all’opera. “Ogni colpo deve essere assestato al posto giusto”, sottolinea l’artista. La precisione è una dote fondamentale per questo abile sarentino. Ne è conferma il numero dei coltelli da intaglio di qualsiasi grandezza pronti all’uso sul suo banco di lavoro. Un Cristo, un animale o un cavallo a dondolo, tradizionale e tipico o sobrio e moderno: le opere di Helmut Hochkofler abbracciano una gamma molto ampia. Ma per essere soddisfatto, deve riuscirgli anche il dettaglio più minuzioso: “Per individuare in pieno il carattere di un’opera, spesso è necessario fare meno per ottenere di più”. Questa la convinzione dell’appassionato intagliatore.

Anche dopo 30 anni di esperienza nell’intaglio la ricerca della forma giusta resta sempre una sfida. “Questo, per me, è il fascino di quest’arte affascinante”, afferma Hochkofler. A detta sua, dovrebbe esserci un attimo, un momento in cui si capisce che l’opera è completa e che è meglio deporre il coltellino. E mentre il suo sguardo segue la sagoma ruvida del legno aggiunge: “È fondamentale avere un occhio accorto”. Dato che il pino cembro cresce davanti a casa, Hochkofler utilizza di preferenza questo tipo di legno nella sua officina. Ma gli piace anche sperimentare con altri tipi di legno, come con quello di tiglio, di castano o di frassino. E’ sempre alla ricerca dei pezzi più adatti per trasformarli, prima o poi, in una delle sue opere artigianali curate fin nel più piccolo dettaglio.

Processo di lavorazione: legno

Che abbia un vero talento per la lavorazione del legno, lo si nota al più tardi quando Helmuth Hochkofler si mette all’opera. “Ogni colpo deve essere assestato al posto giusto”, sottolinea l’artista. La precisione è una dote fondamentale per questo abile sarentino. Ne è conferma il numero dei coltelli da intaglio di qualsiasi grandezza pronti all’uso sul suo banco di lavoro. Un Cristo, un animale o un cavallo a dondolo, tradizionale e tipico o sobrio e moderno: le opere di Helmut Hochkofler abbracciano una gamma molto ampia. Ma per essere soddisfatto, deve riuscirgli anche il dettaglio più minuzioso: “Per individuare in pieno il carattere di un’opera, spesso è necessario fare meno per ottenere di più”. Questa la convinzione dell’appassionato intagliatore.



Anche dopo 30 anni di esperienza nell’intaglio la ricerca della forma giusta resta sempre una sfida. “Questo, per me, è il fascino di quest’arte affascinante”, afferma Hochkofler. A detta sua, dovrebbe esserci un attimo, un momento in cui si capisce che l’opera è completa e che è meglio deporre il coltellino. E mentre il suo sguardo segue la sagoma ruvida del legno aggiunge: “È fondamentale avere un occhio accorto”. Dato che il pino cembro cresce davanti a casa, Hochkofler utilizza di preferenza questo tipo di legno nella sua officina. Ma gli piace anche sperimentare con altri tipi di legno, come con quello di tiglio, di castano o di frassino. E’ sempre alla ricerca dei pezzi più adatti per trasformarli, prima o poi, in una delle sue opere artigianali curate fin nel più piccolo dettaglio.

Processo di lavorazione: legno

Che abbia un vero talento per la lavorazione del legno, lo si nota al più tardi quando Helmuth Hochkofler si mette all’opera. “Ogni colpo deve essere assestato al posto giusto”, sottolinea l’artista. La precisione è una dote fondamentale per questo abile sarentino. Ne è conferma il numero dei coltelli da intaglio di qualsiasi grandezza pronti all’uso sul suo banco di lavoro. Un Cristo, un animale o un cavallo a dondolo, tradizionale e tipico o sobrio e moderno: le opere di Helmut Hochkofler abbracciano una gamma molto ampia. Ma per essere soddisfatto, deve riuscirgli anche il dettaglio più minuzioso: “Per individuare in pieno il carattere di un’opera, spesso è necessario fare meno per ottenere di più”. Questa la convinzione dell’appassionato intagliatore.





Anche dopo 30 anni di esperienza nell’intaglio la ricerca della forma giusta resta sempre una sfida. “Questo, per me, è il fascino di quest’arte affascinante”, afferma Hochkofler. A detta sua, dovrebbe esserci un attimo, un momento in cui si capisce che l’opera è completa e che è meglio deporre il coltellino. E mentre il suo sguardo segue la sagoma ruvida del legno aggiunge: “È fondamentale avere un occhio accorto”. Dato che il pino cembro cresce davanti a casa, Hochkofler utilizza di preferenza questo tipo di legno nella sua officina. Ma gli piace anche sperimentare con altri tipi di legno, come con quello di tiglio, di castano o di frassino. E’ sempre alla ricerca dei pezzi più adatti per trasformarli, prima o poi, in una delle sue opere artigianali curate fin nel più piccolo dettaglio.

Arrivo

Venendo da Bolzano, all’altezza di Astfeld svoltare a destra nella valle di Durnholz e seguire la strada fino a Durnholz. Il maso “Schneiderhof” si trova a 500 m dal centro paese direttamente presso il lago di Durnholz, di fronte alla locanda “Fischerwirt”.

Richiesta

Messaggio*
Titolo
*  
Nome*
Cognome*
Via
CAP
Città
Stato*
E-mail*
Telefono
* Spazi obbligatori
inviare