X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. piú informazione
WEB
Back Home

Lahngut

Artigianato contadino a Lana

Fam. Karl Heinz Windegger
Via Lahn 9
39011 Lana
Lana
Assortimento:
  • vasi sferici
  • scodelle e piatti
  • sfere
  • frutta decorativa di legno
  • gioielli in legno
  • macinapepe

I nostri prodotti

Descrizione

Il maso “Lahngut”, con i suoi 2,5 ettari di frutteto, si trova a Niederlana, a sud di Merano. Nota per la sua chiesa parrocchiale, con l’altare e il trittico tardogotico del pittore e scultore Hans Schnatterpeck, questa località fa parte del comune con la più vasta coltivazione di mele di tutto l’Alto Adige. Al piano terra dell’abitazione, con vista sui frutteti, il contadino Karl Heinz Windegger ha allestito il suo laboratorio di tornitura. Al tornio di ghisa, cuore dell’offi cina, l’appassionato tornitore lavora il legno realizzando i suoi straordinari pezzi unici.

Artigianato

“È l’irregolare, il disuguale che mi affascina”, spiega Karl Heinz Windegger. Le interessanti venature delle latifoglie, gli innesti nodosi del melo, un ceppo di vecchio legno bitorzoluto: il legno così come viene plasmato dalla natura, ecco cosa predilige il coltivatore 50enne per le sue torniture. “Il lavoro manuale permette di esprimere al meglio queste irregolarità. Le superfici lisce, invece, sembrano essere state trattate con le macchine.” Con le torniture artistiche il frutticoltore ha cominciato nel 2005, e da allora la passione per questa forma di artigianato non l’ha più lasciato. Basta dare uno sguardo alle sue opere per comprendere con quanto fervore lavori: in ogni oggetto si nascondono innumerevoli ore di lavoro manuale. “Una vera passione”, conclude il contadino.

Processo di lavorazione: legno

Nel laboratorio di Karl Heinz Windegger ogni oggetto è un pezzo unico. Circondato dai frutteti di sua proprietà, per i lavori di tornitura artistica Windegger predilige tra tutti il legno di melo. Ma ama utilizzare anche il ciliegio, il noce, il frassino e il faggio. Per le sue piccole opere lavora solitamente in tornitura trasversale, ovvero perpendicolarmente alle fibre del legno. Sarà solo con il procedere del lavoro che, lentamente, si riconoscerà la forma definitiva. Per le scodelle e i vasi, Windegger tornisce dapprima la forma esterna e, successivamente, scava la cavità interna. “Mi lascio guidare dal legno, è il legno stesso che mi suggerisce la forma”, racconta il tornitore. In questo tipo di attività artigianale ci vuole tanta sensibilità: “L’importante è lavorare con il legno, non contro di esso.”

Le forme e i colori del legno stimolano la fantasia e la creatività del tornitore. La sua produzione spazia dai gioielli in legno alle sfere, dalle ciotole alla frutta decorativa, giungendo, infine, a vasi di ogni dimensione. “È la varietà che mi interessa, non tanto la funzionalità degli oggetti quanto l’aspetto artistico”, sottolinea Karl Heinz Windegger. A lavoro ultimato, ogni oggetto è sottoposto a un ultimo tocco: il legno viene levigato e lucidato a mano, trattato con qualche goccia d’olio naturale e, infine, lasciato brevemente ad asciugare. “Le possibilità di ricavare dal legno degli oggetti ricchi di espressività e carattere sono praticamente illimitate”, spiega entusiasta l’artigiano contadino.

Processo di lavorazione: legno

Nel laboratorio di Karl Heinz Windegger ogni oggetto è un pezzo unico. Circondato dai frutteti di sua proprietà, per i lavori di tornitura artistica Windegger predilige tra tutti il legno di melo. Ma ama utilizzare anche il ciliegio, il noce, il frassino e il faggio. Per le sue piccole opere lavora solitamente in tornitura trasversale, ovvero perpendicolarmente alle fibre del legno. Sarà solo con il procedere del lavoro che, lentamente, si riconoscerà la forma definitiva. Per le scodelle e i vasi, Windegger tornisce dapprima la forma esterna e, successivamente, scava la cavità interna. “Mi lascio guidare dal legno, è il legno stesso che mi suggerisce la forma”, racconta il tornitore. In questo tipo di attività artigianale ci vuole tanta sensibilità: “L’importante è lavorare con il legno, non contro di esso.”



Le forme e i colori del legno stimolano la fantasia e la creatività del tornitore. La sua produzione spazia dai gioielli in legno alle sfere, dalle ciotole alla frutta decorativa, giungendo, infine, a vasi di ogni dimensione. “È la varietà che mi interessa, non tanto la funzionalità degli oggetti quanto l’aspetto artistico”, sottolinea Karl Heinz Windegger. A lavoro ultimato, ogni oggetto è sottoposto a un ultimo tocco: il legno viene levigato e lucidato a mano, trattato con qualche goccia d’olio naturale e, infine, lasciato brevemente ad asciugare. “Le possibilità di ricavare dal legno degli oggetti ricchi di espressività e carattere sono praticamente illimitate”, spiega entusiasta l’artigiano contadino.

Processo di lavorazione: legno

Nel laboratorio di Karl Heinz Windegger ogni oggetto è un pezzo unico. Circondato dai frutteti di sua proprietà, per i lavori di tornitura artistica Windegger predilige tra tutti il legno di melo. Ma ama utilizzare anche il ciliegio, il noce, il frassino e il faggio. Per le sue piccole opere lavora solitamente in tornitura trasversale, ovvero perpendicolarmente alle fibre del legno. Sarà solo con il procedere del lavoro che, lentamente, si riconoscerà la forma definitiva. Per le scodelle e i vasi, Windegger tornisce dapprima la forma esterna e, successivamente, scava la cavità interna. “Mi lascio guidare dal legno, è il legno stesso che mi suggerisce la forma”, racconta il tornitore. In questo tipo di attività artigianale ci vuole tanta sensibilità: “L’importante è lavorare con il legno, non contro di esso.”





Le forme e i colori del legno stimolano la fantasia e la creatività del tornitore. La sua produzione spazia dai gioielli in legno alle sfere, dalle ciotole alla frutta decorativa, giungendo, infine, a vasi di ogni dimensione. “È la varietà che mi interessa, non tanto la funzionalità degli oggetti quanto l’aspetto artistico”, sottolinea Karl Heinz Windegger. A lavoro ultimato, ogni oggetto è sottoposto a un ultimo tocco: il legno viene levigato e lucidato a mano, trattato con qualche goccia d’olio naturale e, infine, lasciato brevemente ad asciugare. “Le possibilità di ricavare dal legno degli oggetti ricchi di espressività e carattere sono praticamente illimitate”, spiega entusiasta l’artigiano contadino.

Arrivo

Sulla superstrada MeBo prendere l’uscita “Lana-Postal” e continuare in direzione Lana. Dopo 500 m svoltare a sinistra in direzione chiesa parrocchiale di Niederlana e presso la cooperativa frutticola “Pomus” girare di nuovo a sinistra ed imboccare la via Schnatterpeck. Arrivati alla chiesa parrocchiale di Niederlana, proseguire diritto prendendo la via Lahn. Dopo circa 200 m il maso sorge sul lato sinistro della strada.

Richiesta

Messaggio*
Titolo
*  
Nome*
Cognome*
Via
CAP
Città
Stato*
E-mail*
Telefono
* Spazi obbligatori
inviare